Tingide del platano

E’ un insetto Rincote omottero psillide (Corythucha ciliata), che infesta esclusivamente il platano. L’insetto sverna come adulto sotto la corteccia.

Dal momento della germogliazione, gli adulti colonizzano la pagina inferiore delle foglie (l’imbrattamento è dovuto agli escrementi), generando neanidi che succhiano la linfa, determinando caratteristiche ed intense depigmentazioni, soprattutto vicino alla nervature.

Le foglie molto infestate riducono notevolmente l’attività fotosintetica, ingialliscono e seccano (arricciandosi e decolorandosi in modo anche non uniforme); cadendo precocemente o rimanendo inutilmente attaccate ai rami. Con le punture molto fitte, l’insetto sembra facilitare la diffusione del seccume fogliare (antracnosi).